Feng Shui

LE ORIGINI

Il Feng Shui (che significa Vento e l’Acqua) si sviluppa in Cina intorno al 4500 a.C. quando l’uomo inizia a modificare l’ambiente naturale e ad attribuire significati simbolici in luoghi sacri e, successivamente, in villaggi e palazzi reali. L’origine moderna del termine però viene attribuito a uno scritto contenuto nel "Libro delle Sepolture" di Guo Pu.

Il Feng Shui si dirama poi in diversi stili e i più significativi rimangono appannaggio dei maestri più abili che li mettono a disposizione delle corti imperiali del tempo. Durante la dinastia Tang (617-907 d.C.) il Gran Maestro Yang Kwan Chong, costretto ad allontanarsi dalla corte imperiale per motivi politici, mantenne segreti i testi riscrivendoli con codifiche comprensibili ai soli maestri dell’epoca.

Oggi, grazie a lui, il potente stile Yuen Hom viene tramandato dalla dinastia Chan da cui discende l’attuale Gran Master Chan Kun Wah e da cui l’architetto Simona Ruscitto attinge alle conoscenze con linguaggio diretto.

IL CHUE STYLE

Il Chue Style prende il nome dal suo fondatore Grand Master Chue Yen che ha saputo riunire un insieme di tecniche diverse tra cui lo Yuen Hom (considerata la tecnica più potente utilizzata a corte degli imperatori nell’antica Cina) detto anche “Mistero del Vuoto”.

Egli, a differenza degli altri allievi che apprendevano una sola tecnica da un solo maestro, ebbe la capacità di apprendere più tecniche e integrarle con l’I Ching esoterico taoista, creando una tecnica che ha origine da una fusione tra le conoscenze antiche e i profondi meccanismi energetici cosmologici. Un approccio coerente con il Feng Shui classico, frutto di migliaia di anni di storia e applicazioni concrete.

Promettente allievo di Kung Fu, Chan Kun Wah fu presentato a Grand Master Chue Yen quando questi fuggì a Hong Kong dalla Cina a causa della rivoluzione culturale cinese che nel 1966 bandì le correnti di pensiero considerate vecchie (tra cui il Feng Shui). Chue Yen, che al suo maestro promise di tramandare le sue conoscenze a un appartenente alla famiglia Chan, vide in lui il discepolo ideale.

Oggi il Grand Master vive a Edimburgo dove ha fondato l’Imperial School of Feng Shui and Chinese Horoscope. È uno dei pochissimi maestri viventi a praticare il Feng Shui tradizionale ed è considerato universalmente un uomo di somma saggezza e guida fondamentale per tutti i suoi studenti che hanno interiorizzato il significato più profondo del Feng Shui: riportare l’uomo alla natura, alla congiunzione con cielo e terra, alla percezione del mondo e della materia vivente.